Questo sito utilizza i cookie, sia tecnici che analitici anche di terze parti, cliccando su OK, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Cookie Policy

Ok

Tutti i nostri prodotti vengono lavorati, trasformati e confezionati nel pieno rispetto delle norme vigenti.

Nonostante tutto, alcuni prodotti che manipoliamo ossia ARACHIDI, FRUTTA A GUSCIO, SEMI OLEOSI, CEREALI CONTENENTI GLUTINE ed ANIDRIDE SOLFOROSA (SO2), in quanto ALLERGENI, potrebbero arrecare disturbi quali INTOLLERANZE e/o ALLERGIE.

L'ARCOBALENO DELLE TRADIZIONI SRL, con il presente avviso, intende sollevarsi da qualunque responsabilità derivante da eventuali problemi che potrebbero intercorrere con il consumatore finale, il quale prende visione e coscienza di quanto scritto e conferma il consenso alla navigazione ed all'eventuale acquisto.

Tutti i nostri prodotti vengono lavorati, trasformati e confezionati nel pieno rispetto delle norme vigenti.

Nonostante tutto, alcuni prodotti che manipoliamo ossia ARACHIDI, FRUTTA A GUSCIO, SEMI OLEOSI, CEREALI CONTENENTI GLUTINE ed ANIDRIDE SOLFOROSA (SO2), in quanto ALLERGENI, potrebbero arrecare disturbi quali INTOLLERANZE e/o ALLERGIE.

L'ARCOBALENO DELLE TRADIZIONI SRL, con il presente avviso, intende sollevarsi da qualunque responsabilità derivante da eventuali problemi che potrebbero intercorrere con il consumatore finale, il quale prende visione e coscienza di quanto scritto e conferma il consenso alla navigazione ed all'eventuale acquisto.

  • Nuovo

Pinoli Sgusciati Pakistan

Il "pino da pinoli" o "pino domestico" , conosciuto anche con altri nomi, è coltivato da tempi antichissinni. Per l'area greca ne parla Teocrito nel 300 a.C., fu sacro a Cibele, a Diana e a Dioniso; per  quella latina fu citato da Catone, Virgilio, Plinio e Varrone. Fu anche collegato al culto del Dio Pan con la leggenda secondo la quale la ninfa Pitys tra i due corteggiatori Pan e Borea scelse il primo,  dopodiché fu gettata giù da una rupe dal secondo, infuriato per lo smacco ricevuto. La madre Gea (terra) impietosita trasformò il cadavere della ninfa in pino.

35,00 €

Peso


Descrizione

CENNO STORICO

Il "pino da pinoli" o "pino domestico" , conosciuto anche con altri nomi, è coltivato da tempi antichissinni. Per l'area greca ne parla Teocrito nel 300 a.C., fu sacro a Cibele, a Diana e a Dioniso; per  quella latina fu citato da Catone, Virgilio, Plinio e Varrone. Fu anche collegato al culto del Dio Pan con la leggenda secondo la quale la ninfa Pitys tra i due corteggiatori Pan e Borea scelse il primo,  dopodiché fu gettata giù da una rupe dal secondo, infuriato per lo smacco ricevuto. La madre Gea (terra) impietosita trasformò il cadavere della ninfa in pino.

Il maggiore produttore mondiale di pinoli è la Cina con una produzione annua di circa 6.000 tonnellate, concentrata per il 70% nelle provincie del Nord-Est di Jillian e Heilongjiang; seguono a grande distanza la Spagna, la Turchia, l'Italia, il Portogallo e il Pakistan. Il pinolo cinese è considerato di qualità peggiore rispetto a quello mediterraneo, in quanto di consistenza più coriacea e di sapore meno delicato, ed è esportato principalmente negli Stati Uniti ed in Nord Europa.

PRODUZIONE, RACCOLTA E LAVORAZIONE

Il pino da pinoli inizia a fruttificare verso il quindicesimo anno di età e raggiunge il massimo della sua produzione al quarantesimo. Per la raccolta delle pigne si utilizzano delle aste uncinate; le pigne sono poi lasciate poi al sole affinché si aprano. Dopo la selezione ha luogo la "spinolatura" a mano o a macchina. Successivamente viene tolta la pellicola che avvolge il pinolo. La raccolta ed il processo di sgusciatura dei pinoli richiedono molta tempo e sono quindi molto costosi; per questo motivo il loro prezzo di mercato è sempre molto elevato. E' molto importante che il pinolo abbia un colore chiaro uniforme, e che non ci siano frutti rotti. In una pineta perfetta e con piante in età ottimale si possono ottenere 70/80 quintali di pigne, pari a circa 12 quintali di pinoli in guscio, corrispondenti a circa 2 quintali di pinoli puliti.

CONSERVAZIONE

Per conservare in modo appropriato i pinoli, occorre tenerli in ambiente privo di odori e al buio rispettando le seguenti condizioni:

Temperatura: 4 - 10 °C.                 Umidità relativa: <65%

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

II pinolo è un frutto ricco di amidi e contiene un olio essenziale di profumo resinoso. L’impiego principale è in pasticceria ed in cucina, mentre nella farmacologia popolare ha un'importanza marginale.

 

Valori nutrizionali per 100 grammi di prodotto edibile:

Calorie                  kcal     566

Energia                 kj         2368

Grassi                   g          50,70

Proteine              g          24

Carboidrati         g          14,22

Può contenere tracce di:
ALTRA FRUTTA A GUSCIO, SEMI OLEOSI, ARACHIDI, CEREALI CONTENENTI GLUTINE, ANIDRIDE SOLFOROSA (SO2).

50 Articoli